Borsa Italiana Oggi 21 gennaio 2022: Ftse Mib in profondo rosso, Prysmian e Stellantis a picco

Previsioni completamente rispettate su Borsa Italiana oggi 21 gennaio 2022. Come da attese, infatti, il Ftse Mib è stato subito travolto dalle vendite fin dal primo minuto di scambi. A voler essere precisi l’andamento che si è imposto sul paniere di riferimento di Piazza Affari è stato addirittura peggiore rispetto a quello, già negativo, che era stato previsto alla vigilia. 

Del resto non ci poteva che essere un rosso intenso nella seduta di oggi anche alla luce dei forti ribassi che hanno caratterizzato quotate del calibro di Stellantis, Prysmian e Tenaris (quest’ultima è stata penalizzata dal ribasso in atto sul prezzo del petrolio). Di contro non ci sono stati invece rialzi significativi.

Veniamo ai numeri. Alle ore 17,30 il Ftse Mib registrava una flessione dell’1,93 per cento a quota 27037 punti. Per seguire il movimento in tempo reale del Ftse Mib si può usare il grafico in basso che riproduce l’andamento del derivato Italy40. 

Come detto nessu titolo ha tagliato il traguardo in rialzo. A registrare per performance peggiori, invece, sono state:

  • Prysmian: -4,01 per cento a 30,88 euro
  • Stellantis: -3,82 per cento a 18,07 euro
  • Tenaris: -3,81 per cento a 10,35 euro

Per investire sulle quotate che oggi segnano i movimenti di prezzo più significativi si può usare il CFD Trading. Scegliendo un broker come Plus500 (leggi qui la recensione completa) è possibile avere subito la demo gratuita da 40 mila euro virtuali per imparare a comprare e vendere CFD azioni senza rischi. 

Plus500 Trading CTA

Borsa Italiana Oggi 21 gennaio 2022: pre market

Cosa attenderà gli investitori in apertura di contrattazioni a Piazza Affari oggi 21 gennaio 2022? Ci sarà un predomonio degli acquisti oppure saranno le vendite a caratterizzare l’andamento del paniere di riferimento? A differenza di tante altre occasioni, le previsioni in vista dell’apertura degli scambi su Borsa Italiana sono molto nette: oggi ad imporsi sarà il segno rosso.

Stando alle indicazioni del pre-market che si deducono analizzando l’andamento dei futures, è possibile che il Ftse Mib possa arrivare a cedere addirittura 1 punto percentuale in avvio di scambi. 

A pesare sull’apertura dell’ultima di Ottava non sono particolari problematiche ma unicamente le scadenza di tipo tecnico. Oggi, infatti, è prevista la scadenza dei contratti di opzione sulle azioni e sugli indici datati gennaio 2022 e questo evento è pronto a pesare sulla performance di tutto il paniere di riferimento. 

E per quello che riguarda il contesto di riferimento? Putroppo neppure i risultati di Tokyo e di Wall Street sono positivi. Entrambe le borse, tradizionale punto di riferimento non solo per Piazza Affari ma per tutto l’azionariato europeo, hanno chiuso le rispettive sedute in ribasso. Nel dettaglio la borsa di Tokyo ha mandato in archivio l’ultima seduta della settimana con l’indice Nikkei in ribasso dello 0,9 per cento a quota a 27.522 punti mentre Wall Street aveva chiuso la sessione di ieri con il Dow Jones in flessione dello 0,89 per cento a 34.715 punti e l’indice S&P 500 in calo dell’1,1 per cento a quota 4.483 punti. Tra i listini della borsa Usa a fare peggio è stato il Nasdaq che ha lasciato sul parterre ben l’1,3 per cento precipitando a 14.154 punti.

Le forti variazioni negative messe a segno da Tokyo e da New York, ci spingono a ricordare che è sempre possibile investire in borsa anche quando gli indici sono in ribasso. In questi casi si opera con lo short trading. Per imparare a guardagnare quando il prezzo di un asset è in calo consigliamo di fare sempre pratica con un conto demo gratuito. Ad esempio scegliendo eToro è possibile avere subito un account dimostrativo da 100 mila euro con il quale fare pratica senza rischi. Per attivare la demo è sufficiente seguire il link in basso senza bisogno di lasciare il sito.  

Scopri qui eToro>>> account gratis e 100.000 euro virtuali per imparare a fare CFD trading

etoro demo gratuito

Borsa Italiana Oggi 21 gennaio 2022: titoli da tenere d’occhio

Quali sono le quotate su cui oggi conviene focalizzare l’attenzione in vista dell’avvio della seduta? I titoli da tenere d’occhio sono fondamentalmente gli stessi di ieri e quindi Telecom Italia, Saipem, Eni e Tenaris

Telecom Italia è da giorni al centro di una volatilità molto forte causata dalle indiscrezioni non solo sull’ipotizzata OPA di KKR ma anche sul futuro stesso dell’azienda visto che si è tornati a parlare di ipotesi scorporo in due della società. Le sedute di lunedì, martedì e mercoledì sono state caratterizzate da un pesante ribasso dei prezzi. Ieri è poi arrivato il rimbalzo e adesso gli investitori si chiedono cosa possa accadere oggi al titolo: il recupero proseguirà oppure ci potrebbe essere un ritorno delle vendite?

In entrambi i casi è possibile fare trading online con il broker eToro che, lo ricordiamo, non prevede commissioni sulle azioni.

Con eToro puoi fare trading online sulle azioni senza commissioni>>>clicca qui per la demo, è gratis

Per quello che riguarda invece le tre quotate oil, a fare la differenza oggi potrebbero essere le oscillazioni del prezzo del petrolio. L’oil che nei giorni scorsi era salito fino a 87 dollari al barile, innescato il rally del comparto petrolifero, oggi prezza a 84 dollari al barile. Anche sulle azioni petrolifere è conveniente fare trading online con il broker eToro. 

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC
Strumenti Intregrati
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Italiana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.