Borsa Italiana Oggi 17 febbraio 2022: Ftse Mib rosso, BPER Banca e Iveco le peggiori

Andamento peggiore delle attese per la borsa di Milano nella penultima seduta della settimana. Il Ftse Mib ha infatti avviato gli scambi in rosso allargando il ribasso nelle fasi immediatamente successive all’apertura. Il sentiment, complice anche l’andamento incerto di Tokyo e di Wall Street, è decisamente negativo.

Tra i titoli che hanno contribuito a spingere il paniere di riferimento sotto quota 26700 punti ci sono stati BPER Banca e Iveco. Nonostante la prevalenza dei segni negativi, comunque, non sono mancate le quotate che invece si sono mosse in verde. Ad occupare le prime posizioni del Ftse Mib sono state Atlantia e Recordati.

Vediamo un pò di numeri. Alle ore 17,30 il paniere di riferimento della borsa di Milano segnava un ribasso dell’1,11 per cento a quota 26669 punti. Per seguire in tempo reale l’andamento dell’indice si può utilizzare il grafico in basso che riproduce il derivato Italy40.

La lista delle quotate migliori della seduta di oggi ha compreso:

  • Atlantia: +0,96 per cento a 16,79 euro
  • Recordati: +0,66 per cento a 45,81 euro
  • Ferrari: +0,56 per cento a 196,74 euro

Tra i titoli che invece sono alle prese con i ribassi più ampi ci sono:

  • BPER Banca: -3,96 per cento a 2,04 euro
  • Iveco Group: -3,52 per cento a 8,08 euro
  • Nexi: -3,12 per cento a 12,59 euro

Per investire sui titoli che oggi registrano le variazioni di prezzo più consistenti sul Ftse Mib (sia al rialzo che al ribasso) si può operare con il CFD Trading.

Borsa Italiana oggi 17 febbraio 2022: previsioni apertura

Come sarà l’apertura di contrattazioni su Borsa Italiana Oggi 17 febbraio 2022? Ci sarà una prevalenza di segni positivi oppure a dominare saranno i rossi? Per dare una risposta a queste domande è necesario analizzare l’andamento dei futures del Ftse Mib e i risultati di chiusura dei tradizionali mercati di riferimento ossia Tokyo e Wall Street.

Come sempre iniziamo dal primo punto. I futures sul Ftse Mib questa mattina sono orientati negativamente cià significa che è lecito attendersi un avvio di scambi in ribasso. Questa previsione negativa è confermata dalla performance messa a segno da Tokyo e da Wall Street. Nel dettaglio, la borsa del Giappone ha chiuso la penultima sessione della settimana con il Nikkei in calo dello 0,83 per cento a quota 27.233 punti. Andamento negativo anche per la borsa americana che ha mandarto in archivio la seduta di ieri con il Dow Jones in calo dello 0,16 per cento a 34.934 punti, l’indice S&P 500 in riazlo frazionale dello 0,09 per cento a 4.475 punti e il Nasdaq che ha lasciato sul parterre lo 0,11 per cento scivolando a 14.124 punti.

Nonostante i movimenti contenuti che sono stati messi a segno dall’azionariato Usa, ricordiamo che è sempre possibile investire sugli indici di borsa attraverso i CFD. Scegliendo un broker autorizzato come ad esempio eToro (leggi qui la nostra recensione completa) si può subito avere la demo gratuita con la quale imparare a fare trading CFD senza correre il rischio di perdere soldi veri. L’account dimostrativo eToro può essere attivato seguendo il link in basso senza bisogno di lasciare il sito.

Scopri qui eToro>>> account gratis e 100.000 euro virtuali per imparare a fare CFD trading

etoro demo gratuito

Borsa Italiana Oggi 17 febbraio 2022: titoli più interessanti

Chiarito quale potrebbe essere la direzione che il Ftse Mib prenderà in avvio di scambi, vediamo adesso quali sono le quotate da tenere d’occhio fin dall’avvvio degli scambi.

In relazione al Ftse Mib, due sono i nomi caldi: Tenaris e Stellantis. La quotata del settore oil potrebbe essere condizionata dai conti 2021 pubblicati questa mattina. Tenaris ha mandato in archivio l’esercizio di riferimento con un sensibile aumento del fatturato e della redditività. Stando all’outlook diffuso dalla società contestualmente al bilancio, nel 2022 ci dovrebbe essere un’ulteriore crescita sia delle vendite che della marginalità. Da evidenziare che, alla luce dei conti messi a segno nel 2021, il consiglio di amministrazione di Tenaris ha proposto all’assemblea dei soci, la distribuzione di un dividendo 2022, relativo all’esercizio 2021, per un ammontare complessivo pari a 484 milioni di dollari.

Le decisioni del CdA di Tenaris su conti 2021 e dividendo 2022 possono essere sfruttate per investire sul titolo. Ricoridamo che scegliendo il già citato broker eToro è possibile fare trading online sulle azioni senza commissioni. In più con eToro la demo è gratis.

Con eToro puoi fare trading online sulle azioni senza commissioni>>>clicca qui per avere la demo gratis

0 commissioni%20broker

Per quello che riguarda Stellantis, invece, a fare da driver potrebbe essere la pubblicazione dei dati ACEA sulle vendite auto in Europa nel mese di gennaio 2022. L’anno nuovo è iniziato con l’immatricolazione nell’Unione Europea di complessive 682.596 vetture, in flessione del 6 per cento rispetto alle 726.491 dello stesso periodo del 2021. In questo contesto, Stellantis ha fatto peggio del mercato immatricolando appena 139.949 vetture vendute, con un ribasso del 15,1 per cento nel confronto con gennaio 2021.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borsa Italiana

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.