Borsa Italiana Oggi 23 settembre 2022: Ftse Mib a picco, solo Amplifon in verde

apertura ftse mib

Netto peggioramento per la borsa di Milano nel corso della seduta. Dopo una prima parte della giornata tutto sommato sotto controllo (Ftse Mib negativo fin dalle ore 9 ma senza situazioni di criticità), le vendite si sono progressivamente allargate tanto che già alle ore 13,30 sul Ftse Mib non era più presente alcun titoli in verde. Nel pomeriggio il trend non è mutato. Solo Amplifon è riuscita ad invertire la rotta.

Come mai questa involuzione così drastica? Considerando che la borsa di Milano oggi è stata la peggiore dell’Europa, è evidente che ci sia stato qualcosa che ha preoccupato gli investitori italiani. Molto probabilmente la tenaglia speculativa è da imputare al clima di attesa per l’esito delle elezioni politiche che si terranno il 25 settembre.

Andiamo ai numeri poichè essi consentono di inquadrare per bene di oggi. Alle ore 17,30 il Ftse Mib perdeva il 3,36 per cento a quota 21066 punti.

Come detto il solo segno verde è stato Amplifon. Lunghissima la lista dei rossi. Ecco i peggiori:

  • Tenaris: -8,3 per cento a 12,47 euro
  • Leonardo: -6 per cento a 7,66 euro
  • Iveco: -5 per cento a 4,73 euro

Fuori dal Ftse Mib, evidenziamo il rialzo del 3,18 per cento che MPS sta mettendo a segno. La quotata senese si sta preparano all’aumento di capitale da 2,5 miliardi di euro.

Borsa Italiana Oggi 23 settembre 2022: la situazione del pre market

Come si muoverà la borsa di Milano in apertura di contrattazioni oggi 23 settembre 2022? Ci sarà una prevalenza di segni positivi oppure a pesare saranno i rossi? A seguito delle recenti decisioni di politica monetaria della FED (in merito, soprattutto, al dot plot), il clima sul mercato azionario italiano è diventato profondamente incerto anche perchè c’è la consapevolezza che la stessa BCE non potrà far altro che seguire le orme della banca centrale Usa e quindi procedere essa stessa con aumenti dei tassi di riferimento. In questo contesto la borsa di Milano dovrebbe avviare la sessione di oggi con un leggero rialzo del Ftse Mib. Si dovrebbe trattare di un movimento quasi frazionale anche perchè non sembrano per ora esserci le condizioni per nulla di più consistente.

A far propendere per un leggerissimo rialzo in avvio di seduta è la stessa intonazione dei futures. L’ipotesi della frazionale variazione positiva è la sola possibile anche alla luce del segno negativo che ha caratterizzato la borsa di Wall Street ieri. Il mercato azionario Usa, infatti, ha mandato in archivio la penultima seduta della settimana con l’indice Dow Jones in ribasso dello 0,35 per cento a 30.077 punti, l’S&P 500 in calo dello 0,84 per cento a 3.758 punti e il Nasdaq che, ancora una volta, ha evidenziato la performance peggiore incassando un rosso dell’1,37 per cento a quota 11.067 punti.

La prestazione della borsa americana nella sessione di ieri è il solo punto di riferimento per le piazze europee. La piazza di Tokyo, altro tradizionale fattore di condizionamento anche per il Ftse Mib, è rimasta oggi chiusa per festività.

Prima di andare alla ricerca delle quotate che oggi potrebbero registrare le prestazioni più interessanti in avvio di seduta, ricordiamo ai nostri lettori che è possibile fare trading online su interi indici di borsa utilizzando strumenti derivati come i CFD. Per imparare a vendere e comprare CFD Indici consigliamo di fare prima pratica con un conto demo gratuito. Ad esempio si può scegliere eToro che mette a disposizione 100 mila euro virtuali per fare pratica. L’account dimostrativo può essere attivato seguendo il link in basso senza lasciare il sito.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro>>>subito 100 mila euro virtuali per te

demo etoro

Borsa Italiana Oggi 23 settembre 2022: titoli più interessanti

Sono due banche le quotate che oggi potrebbero riservare spunti interessanti: Mediobanca e Monte dei Paschi. Piazzetta Cuccia, società quotata sul Ftse Mib, ha approvato il progetto di bilancio dell’esercizio 2021/2022. La banca ha praticamente confermato i dati che erano stati già comunicati il 29 luglio 2022. Più nel dettaglio, il risultato netto è stato pari a 907 milioni di euro. Il consiglio di amministrazione di Mediobanca ha proposto la distribuzione di un dividendo pari a 0,75 euro per azione.

Per quanto concerne invece il Monte dei Paschi, a tenere banco non può che essere la questione aumento di capitale. Nelle ultime sedute le azioni MPS sono state al centro di una volatilità molto pronunciata. Oggi il titolo potrebbe essere condizionato da alcune indiscrezioni di stampa secondo le quali l’amministratore delegato della banca, Luigi Lovaglio, si sarebbe confrontato in modo informale con i vertici di AXA e di Anima Holding per valutare la possibilità di sottoscrive una quota dell’aumento di capitale da 2,5 miliardi di euro.

Visto che stiamo parlando di azioni ricordiamo ai nostri lettori che scegliendo il broker eToro è possibile fare trading online sulle azioni a zero commissioni. eToro, inoltre, consente di iniziare l’attività di trading a partire da un deposito minimo di partenza di soli 50 dollari.

Con eToro il trading online sulle azioni è senza commissioni>>>clicca qui per andare sul sito ufficiale del broker

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Italiana

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.