Borsa Italiana Oggi 28 febbraio 2022: crolla Unicredit, Ftse Mib in rosso con sanzioni alla Russia

Tutto come nelle previsioni a Piazza Affari. Crollo doveva essere e crollo è effettivamente stato sul paniere di riferimento della borsa di Milano. Il Ftse Mib è immediatamente scivolato appena sopra i 25mila punti in avvio di scambi consolidandosi attorno a quest’area nelle fasi immediatemente successive per poi ridurre il passivo in area 25400 punti nel corso del pomeriggio. Il ribasso di oggi (comunque lontano dai minimi) è stato causato dalla bordata di vendite che ha interessato le big del settore bancario (Unicredit più Intesa Sanpaolo) e Pirelli. Non ci vuole la sfera di cristallo per capire il motivo per cui i bancari sono andati a picco.

La pioggia di vendite è infatti da mettere in relazione con l’introduzione di forti sanzioni al sistema bancario e finanziario russo (il rublo è in caduta libera). Il ribasso della borsa di Milano non deve però indurre a pensare che tutti i titoli abbiano chiuso in rosso. Infatti non solo ci sono stati numerosi verdi ma c’è stata addirittura una quotata, Leonardo, che ha segnato un rialzo di oltre il 15 per cento. Non è un caso che il solo titolo che stia avendo ripercussioni positive dalla guerra in Ucraina appartenga al settore Difesa.

Vediamo adesso un pò di numeri. Alle ore 17,30 il Ftse Mib evidenziava un ribasso dell’1,4 per cento a quota 25415 punti. Il grafico in basso descrive l’andamento del derivato Italy 40 e può essere usato per tenere d’occhio la seduta.

La lista delle quotate migliori della giornata ha compreso: 

  • Leonardo: +15,11 per cento a 8 euro
  • Saipem: +4,3 per cento a 1,05 euro
  • Diasorin: +4,13 per cento a 133,65 euro

Tra le quotate più in affanno invece ci sono: 

  • Unicredit: -9,47 per cento a 11,38 euro
  • Intesa Sanpaolo: -7,43 per cento a 2,29 euro
  • Pirelli: -4,76 per cento a 4,94 euro

Per investire sulle quotate che oggi segnano le variazioni di prezzo più consistenti si può usare i CFD Trading. Scegliendo un broker autorizzato come Plus500 (leggi qui la recensione) è possisibile avere la demo gratuita per imparare a fare pratica senza il rischio di perdere soldi veri. 

Plus500 Trading CTA

Borsa Italiana Oggi 28 febbraio 2022: pre market

Le aspettative in vista dell’apertura delle contrattazioni a Piazza Affari sono decisamente negative. Stando alle indicazioni dei futures, infatti, il Ftse Mib dovrebbe avviare l’ultima seduta del mese di febbraio in forte arretramento. Ad impattare negativamente sull’umore degli investitori è la guerra in Ucraina ma, soprattutto, il concreto rischio che possano essere introdotte sanzioni sempre più dure contro la Russia. La prima vittima dell’isolamento di Mosca è già il rublo che sul mercato del Forex registra anche questa mattina in arretramento molto significativo nel cambio con tutte le altre valute.

In un contesto generale caratterizzato da molta incertezza, gli occhi degli investitori sono rivolti alle trattative tra il governo ucraino e quello di Mosca che avranno inizio questa mattina. La speranza dei traders è che dai colloqui possano arrivare segnali incoraggianti. In realtà, però, la confusione sul campo è talmenta confusa da spingere gli investitori a guardare gli eventi giorni per giorno se non addirittura ora per ora. 

Il contesto di riferimento con cui oggi gli investitori che operano sul mercato azionario italiano faranno i conti, vede la borsa di Tokyo aver chiuso la prima sessione della settimana in leggero verde e New York aver archiviato la seduta dello scorso venerdì in forte rialzo. Più nel dettaglio, a Tokyo l’indice Nikkei ha messo a segno una variazione positiva dello 0,2 per cento a 26526 punti. Molto più consistente la progressione della borsa di Wall Street che venerdì ha chiuso con l’indice Dow Jones avanti del 2,51 per cento a 34.059 punti, l’S&P 500 in rialzo del 2,24 per cento a 4.385 punti e il paniere dei titoli tech Nasdaq in aumento dell’1,64 per cento.

Tra le singole quotate a spiccare sul mercato azionario Usa è stata Johnson&Jonhson che ha messo a segno un progresso del 4,97 per cento. Da evidenziare che, nonostante il ritracciamento del prezzo del petrolio, molti titoli oil Usa hanno messo a segno un forte rialzo. Ad esempio Chevron ha guadagnato il 4,15 per cento. 

Le forti variazioni di prezzo registrate dall’azionariato Usa possono essere sfruttate per investire attravero i CFD. Ricordiamo che scegliendo un broker autorizzato come eToro (qui trovi la nostra recensione) è possibile avere, tra i tanti altri vantaggi, anche la demo gratuita di prova per imparare a fare pratica senza correre il rischio di perdere soldi veri. 

Scopri qui eToro>>> account gratis e 100.000 euro virtuali per imparare a fare CFD trading

etoro demo gratuito

Borsa Italiana oggi 28 febbraio 2022: titoli più interessanti 

Oltre a settore petrolifero, di diritto nella lista dei comparti da tenere d’occhio a causa della guerra in Ucraina, altre quotate sulle quali avere un occhio di riguardo sono: Stellantis e CNH Industrial.

Il colosso del settore automotive ha annunciato che è sua intenzione proporre agli azionisti una distribuzione totale dagli utili pari a circa 3,3 miliardi di euro. Di conseguenza il dividendo unitario per ogni azione ordinaria Stellantis possedura sarà pari a 1,04 euro. La data di stacco del dividendo Stellantis 2021 è stata fissata per il 19 aprile 2022 mentre quella di pagamento è il 29 aprile 2022. La proposta del consiglio di amministrazione di Stellantis dovrà ora essere approvata dall’assemblea degli azionisti della quotata. 

La decisione sul dividendo può condizionare la performance di borsa di Stellantis. Per investire sul titolo si può usare il broker eToro che non prevede commissioni nel trading sulle azioni (in più la demo è sempre gratis). 

Con eToro puoi fare trading online sulle azioni senza commissioni>>>clicca qui per la demo gratuita

Pere quanto riguarda CNH Industrial, invece, a fare da catalizzatore potrebbe essere la notizia dell’upgrade deciso da Moody’s Investors Service sul rating del debito senior non garantito della stessa CNH Industrial (più le controllate CNH Industrial Capital, CNH Industrial Finance Europe, CNH Industrial Capital Australia e CNH Industrial Capital Canada) dal precedente Baa3 al nuovo Baa2. Gli analisti hanno confermato l’outlook a stabile. 

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Italiana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.