Borsa Italiana Oggi 18 marzo 2022: Ftse Mib a +0,4%, Iveco e Eni sul fondo

Previsioni del tutto rispettate a Piazza Affari oggi 18 marzo 2022. Il Ftse Mib ha infatti aperto gli scambi in area 24100 punti, confermandosi su questo livello anche nelle fasi successive per poi allargare il passivo a partire da metà mattinata e quindi tornare oltre la parità. Come abbiamo avuto modo di evidenziare in precedenza, oggi sul Ftse Mib è stata giornata di scadenze tecniche e quindi era molto difficile assistere movimenti secchi.

Nonostante una situazione incerta non sono mancate quotate che hanno registrato movimenti al rialzo. Tra i titoili più in luce sul paniere di riferimento di Piazza Affari ci sono stati Atlantia e Inwit. Per quello che riguarda le quotate più in difficoltà, invece, sono da segnalare i crolli di Eni e Iveco.

Vediamo adesso i numeri della seduta. Alle ore 17,30 il Ftse Mib evidenziava un rialzo dello 0,4 per cento a quota 24222 punti. Il grafico in basso rispecchia l’andamento del derivato Italy40 e può essre utilizzato per impostare strategie di tipo intraday. 

La lista delle quotate migliori della seduta di oggi ha compreso: 

  • Atlantia: +3,6 per cento a 17,82 euro
  • Inwit: +3,07 per cento a 9,92 euro
  • STM: +2,94 per cento a 38,74 euro

Tra i titoli più in ribasso, invece, a fare peggio sono:

  • Iveco: -2,96 per cento a 6,71 euro
  • Eni: -2,9 per cento a 12,72 euro
  • Azimut: -1,18 per cento a 21,03 euro

Per investire sulle quotate che oggi evidenziano i movimenti di prezzo più consistenti puoi provare il CFD trading. Scegliendo il broker Plus500 è possibile avere subito una demo gratuita da 50 mila euro virtuali per imparare a fare trading senza correre il rischio di perdere soldi veri. 

Plus500 Trading CTA

Borsa Italiana oggi 18 marzo 2022: previsioni apertura

Per la borsa di Milano quella di oggi 18 marzo 2022 saràuna giornata di scadenze tecniche. Come spesso avviene in occasione di sedute caratterizzate da questi appuntamenti, non è possibile stabilire quale possa essere la direzione del Ftse Mib a partire dalle ore 09,00. Se a ciò si aggiunge un contesto generale fortemente incerto (sullo sfondo ci sono sempre la guerra in Ucraina, le sanzioni alla Russia e la decisione della FED di iniziare ad alzare i tassi di riferimento) il quadro che si profila in vista dell’avvio delle contrattazioni non può che essere poco chiaro.

L’andamento dei futures del Ftse Mib conferma quanto abbiamo detto in precedenza. Per quello che riguarda invece le performance dei mercati di riferimento, sia la borsa di Tokyo (sessione di oggi) che quella di Wall Street (seduta di ieri) hanno mandato in archivio le contrattazioni senza una direzione precisa. Vediamo più nel dettaglio. L’ultima seduta settimanale della piazza nipponica si è chiusa con l’indice Nikkei in rialzo dello 0,65 per cento a 26.827 punti. Per i mercati azionari nipponici nessuna sorpresa dalle decisioni di politica monetaria della BoJ. La banca centrale del Giappone, come da attese della vigilia, ha infatti confermato i tassi sui livelli in essere. 

Prevalenza degli acquisti anche sui listini americani. La borsa Usa ha chiuso la seduta di ieri con il Dow Jones in rialzo dell’1,23 per cento a 34.481 punti; l’S&P 500 avanti dell’1,23 per cento a 4.412 punti e il paniere Nasdaq che ha messo in cassaforte l’1,33 per cento salendo a 13.615 punti.

I forti movimenti evidenziati dai principali indici azionari (Tokyo e Wall Street) possono essere sfruttati per investire attraverso i CFD. A tal proposito ricordiamo che scegliendo un broker autorizzato come ad esempio eToro (qui puoi trovare la recensione completa) è possibile avere la demo gratuita da 100 mila euro virtuali con cui imparare a fare trading senza correre il rischio di perdere soldi veri. 

Scopri qui eToro>>> account gratis e 100.000 euro virtuali per imparare a fare CFD trading

etoro demo gratuito

Borsa Italiana Oggi 18 marzo 2022: titoli più interessanti

Alla luce della situazione che abbiamo descritto nel precedente paragrafo quali sono le quotate da tenere d’occhio nella sessione di ieri? Per ovvi motivi, l’attenzione non può che essere massima sul settore bancario (in primis Banco BPM, Unicredit e Intesa Sanpaolo). Ieri le banche hanno incassato vendite molto ampie. Per forze di cose la domanda che oggi serpeggia tra gli investitori è se ci possa essere o no un rimbalzo. 

In secolo luogo va anche tenuto d’occhio il settore oil. Il contratto sul petrolio in scadenza ad aprile 2022, infatti, si è riportato sopra i 106 dollari. Una notizia che potrebbe offrire un forte margine di visibilità su titoli come ad esempio Eni, Saipem e Tenaris

Ricordiamo che su tutte le azioni oggi è possibile fare trading online senza commissioni. A prevedere questa possibilità è il broker eToro che ha recentemente lanciato la proposta zero commissioni nel trading sulle azioni reali. 

Con eToro puoi fare trading online sulle azioni reali senza commissioni>>>clicca qui per iniziare

Tra i singoli titoli attenzione a Eni e Enel. Entrambe le quotate hanno infatti reso noti i conti definitivi relativi all’esercizio 2021. Il Cane a Sei Zampe ha chiuso l’esercizio con un utile netto rideterminato a 5,82 miliardi di euro alla luce del completamento del processo di approvazione del piano di gruppo. Enel, invece, nel confermare i risultati 2021 già resi noti in precedenza, ha anche annunciato i target finanziari per il 2022 ribadendo la politica dei dividendi per i prossimi esercizi. 

LEGGI ANCHE >>> Dividendi Enel 2022 (acconto e saldo): quando saranno staccati?

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Italiana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.