Borsa Italiana Oggi 27 luglio 2022: Ftse Mib chiude a +1,5%, Unicredit e Nexi in vetta

La Borsa Italiana ha chiuso la seduta di oggi con un rialzo dell’1,5 per cento a quota 21480 punti in un contesto caratterizzato dall’ingresso nel vivo della stagione delle trimestrali e dall’attesa sulla riunione della Fed, che nella serata renderà note quali sono le sue decisioni sul fronte della politica monetaria.

A spingere in avanti il paniere di riferimento di Piazza Affari sono state quotate come Unicredit e Nexi. Nonostante la forte progressione in avanti, i segni rossi non sono mancati con Diasorin e Pirelli che hanno incassato le vendite più ampie.

Titoli più in vista di oggi: Unicredit vola dopo la trimestrale

Su tutti i titoli in evidenza oggi, è spicca la prestazione di Unicredit dopo la pubblicazione della trimestrale superiore alle attese. Il titolo di Piazza Gae Aulenti ha messo a segno un rialzo dell’8,64 per cento a 9,38 euro.

Per quello che riguarda i conti del secondo trimestre 2022, escludendo l’impatto della Russia, l’utile netto di Unicredit nel trimestre è stato pari a 1,5 miliardi di euro, con generazione organica di capitale pari a 67 punti base nel trimestre e con CET1 Ratio del 15,73 per cento.

Nella parte alta del conto economico troviamo ricavi netti pari a 4,4 miliardi, in rialzo del 12,5% anno su anno, con una buona redditività in tutte le aree geografiche in cui è presente il gruppo bancario, e con sostegno della crescita del margine netto di interesse attestatosi a 2,3 miliardi, e dalla diminuzione delle rettifiche su crediti che riflette la solida qualità dell’attivo. Passando ai costi, quelli operativi sono diminuiti del 4,4% anno su anno.

Per quanto concerne le esposizioni deteriorate lorde, l’ammontare a fine periodo è pari a 13,9 miliardi, composte soprattutto da inadempienze probabili (Utp) che beneficeranno ulteriormente dell’accordo di partnership con Prelios in Italia per la gestione specializzata di crediti utp.

Andamento anche per Saipem

Giornata molto positiva anche per Saipem, dopo la pubblicazione dei conti semestrali. Dopo aver ridotto la perdita a 130 milioni e aumentato i ricavi del 39% oltre i 4,43 miliardi di euro il gruppo ha infatti ribadito gli obiettivi per l’anno in corso previsti nel Piano 2022-2028, con oltre 500 milioni di margine operativo lordo e un indebitamento finanziario netto post Ifrs-16 di circa 800 milioni di euro. Grazie a questi risultati, Saipem ha chiuso avanti del 5 per cento a 0,77 euro.

Ricordiamo ai nostri lettori che oggi è possibile fare trading online su azioni come quelle di Unicredit e Saipem senza dover pagare commissioni. A garantire questa possibilità è il broker eToro che consente anche di iniziare ad operare a partire da un deposito minimo di partenza di soli 50 dollari!

Clicca qui per aprire un conto eToro e fare trading online sulle azioni a zero commissioni>>>

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Italiana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.