Borsa Italiana Oggi 9 settembre 2022: Ftse Mib in rally. Volano FinecoBank e Intesa Sanpaolo

Borsa Italiana Milano

Giornata effervescente per la borsa di Milano. Come da attese, infatti, il Ftse Mib ha aperto l’ultima seduta della settimana in forte rialzo consolidando il segno positivo nel corso delle fasi successive. In pratica, a fine seduta, la stragrande maggioranza dei titoli era tinta di verde e, in alcuni casi, i rialzi sono stati davvero notevoli.

Questa è stata la situazione di FinecoBank e Intesa SP, le due quotate che si sono in vetta al paniere di riferimento. Apprezzabile anche la progressione di Telecom Italia ma, in questo caso, a determinare il verde intenso è stato un classico rimbalzo successivo a violente contrazioni (quella di ieri e di mercoledì scorso).

Vediamo adesso un pò di numeri per meglio avere percezione della situazione odierna. In chiusura di scambi, il Ftse Mib registrava una progressione dell’1,92 per cento a quota 22094 punti.

L’elenco delle quotate migliori ha compreso:

  • Intesa SP: +5,33 per cento a quota 1,83 euro
  • FinecoBank: +5,02 per cento a 11,72 euro
  • Tenaris: +4,98 per cento a 14,03 euro

Molto stringata la lista dei titoli che invece si muovono in ribasso che ha compreso:

  • Recordati: -0,88 per cento a 40,63 euro
  • Leonardo: -0,65 per cento a 7,66 euro

Borsa Italiana Oggi 9 settembre 2022: previsioni apertura

Cosa attendersi dall’apertura di contrattazioni nell’ultima seduta della settimana di Piazza Affari? Ci sarà una prevalenza dei segni positivi oppure a condizionare il trend saranno le vendite? Rispondere oggi a questa domanda è ancora più complesso alla luce dello strappo deciso ieri dalla Banca Centrale Europea. Per la prima volta dalla nascita dell’Euro, infatti, l’EuroTower ha optato per un aumento dei tassi di riferimento di 75 punti.

Un rialzo storico che è stato giustificato alla luce della necessità di provare a arginare la corsa dell’inflazione. Ieri, in scia alle decisioni di Francoforte, il Ftse Mib ha chiuso la seduta con un verde sostenuto dalla corsa dei titoli del settore bancario. La progressione finale, però, è arrivata solo dopo una serie di forti oscillazioni che dimostrano quanto sia alto il livello di incertezza che si respira sui mercati.

Premesso questo, vediamo adesso quale è il contesto di riferimento con il quale gli investitori che operano su Piazza Affari dovranno fare i conti. Iniziamo dall’Asia. La borsa di Tokyo ha chiuso l’ultima seduta della settimana con il Nikkei in rialzo dello 0,5 per cento a quota 28214 punti. L’apprezzamento della borsa del Giappone è stato sostenuto dalla buona prestazione messa a segno ieri da Wall Street. La piazza americana, dopo il verde di mercoledì, ha chiuso la seduta di ieri con l’indice Dow Jones avanti dello 0,61 per cento a 31.775 punti, lo Standard & Poor’s 500 in progressione dello 0,66 per cento a 4.006 punti e il paniere dei titoli tech Nasdaq che ha messo in cassaforte lo 0,6 per cento a 11.862 punti).

L’agenda macro di oggi non prevede significativi market mover in uscita.

Prima di andare alla ricerca dei titoli che potrebbero registrare le variazioni di prezzo più consistenti, ricordiamo ai nostri lettori che, per investire in borsa, puoi usare i CFD. I Contratti per Differenza sono uno strumento di tipo derivato che riflette l’andamento del sottostante (in questo caso i vari indici di borsa). Per imparare a fare trading sui CFD su indici, è consigliabile fare prima pratica con un conto demo gratuito. Ad esempio puoi usare l’account dimostrativo eToro e avrai subito 100 mila euro virtuali per esercitarti. Per avere la demo eToro è sufficiente seguire il link in basso.

Scopri qui eToro>>> account gratis e 100.000 euro virtuali per imparare a fare CFD trading

etoro demo gratuito

Borsa Italiana oggi 9 settembre 2022: titoli da monitorare

Quali sono le quotate da tenere d’occhio in vista dell’apertura di Piazza Affari? Oggettivamente non ci sono grandi spunti sulle singole quotate e allora è necessario andare a guardare alla cronaca di ieri. La seduta di borsa di giovedì, infatti, si è chiusa con due indicazioni contrastanti: il collasso delle azioni Telecom Italia e il rally dei titoli del settore bancario.

Le azioni dell’ex monopolista sono in una fase molto difficile. Già mercoledì i prezzi erano scesi sotto quota 1,2 euro. Considerando che il titolo, nel corso dell’ultimo mese, ha perso quasi il 10 per cento, viene spontaneo chiedersi se ci sarà o no un rimbalzo.

Diametralmente opposta la situazione del settore bancario. Nella seduta di ieri quotate come Unicredit e Banco BPM hanno chiuso in vetta al maniere di riferimento di Piazza Affari grazie ad uno sprint finale. La domanda di oggi è ovvia: il tentativo di rialzo del settore bancario proseguirà ancora oppure quello che si è visto ieri era solo un fuoco di paglia e quindi già oggi scatteranno i realizzi?

Come dimostrano le vicende di Telecom Italia e di molti bancari, anche se le notizie mancano, è sempre possibile riuscire a trovare spunti interessanti magari guardando alla situazione precedente.

Ricordiamo che oggi si può fare trading online sulle azioni senza commissioni. A dare questa possibilità è il broker eToro che consente anche di iniziare ad operare a partire da un deposito minimo di partenza di soli 50 dollari.

Con eToro puoi fare trading online sulle azioni a zero commissioni>>>vai sul sito

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Italiana

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.