Borsa Italiana oggi (15-05-2020): Ftse Mib prosegue in rialzo, trimestrali tornano protagoniste

Dopo una serie di sedute negative, per Borsa Italiana oggi 15 maggio è arrivato il momento del rimbalzo. Nel primo pomeriggio il Ftse Mib registra una progressione dello 0,62 per cento poco sotto i 17000 punti. A trascinare in rialzo il principale indice azionario di Piazza Affari sono titolo come Diasorin, Recordati e Exor (in questo caso si tratta di un rimbalzo dopo il crollo delle scorse sedute causato dalla mancata cessione di PartnerRE). Sul fondo del paniere, invece, si collocano Unipol e Banca Mediolanum. 

L’avvio in rialzo della borsa di Milano era stata anticipato dalle indicazioni sui futures relativi ai principali indici diffuse nel premarket che già riflettavano il rialzo messo a segno dalla borsa di Wall Street e da quella di Tokyo.

Entrambe le piazze hanno chiuso con gli indici in progressione anche se la borsa americana ha fatto prendere agli investitori un bello spavento (l’ennessimo) a causa di un avvio di contrattazioni in forte ribasso. Ad ogni modo quello che conta è il dato finale e tutti gli indici azionari americani hanno terminato la seduta con un rialzo attorno ad un punto percentuale. 

Il grafico sottostante riproduce l’andamento del Ftse Mib in tempo reale. 

Tra le azioni che potrebbero maggiormente mettersi in luca nella seduta di oggi di Borsa Italiana ci sono Enel e Unipol. Il colosso dell’elettricità potrebbe beneficiare del via libera arrivato dall’assemblea degli azionisti alla distribuzione di un dividendo 2020, relativo all’esercizio 2019, pari a 0,328 euro totali per azione. Durante l’assemblea degli azionisti, l’amministratore delegato del gruppo Francesco Starace ha affermato che ci sono le condizioni per staccare un dividendo 2021, relativo all’esercizio 2020, compreso nel range tra gli 0,35 euro e gli 0,37 euro. Questa è una buona notizia per gli investitori che potrebbero premiare il titolo Enel proprio per le indicazioni dell’ad Starace. 

Altro titolo del Ftse Mib che oggi potrebbe registrare variazioni di prezzo importanti è Unipol. La società bolognese ha reso noti i conti del primo trimestre 2020. Il periodo si è chiuso con un utile netto in forte ribasso a causa dell’emergenza sanitaria. Il parametro è sceso a 134 milioni di euro in ribasso del 21,5 per cento rispetto ai 171 milioni di euro messi a segno nei primi tre mesi dello scorso anno. La trimestrale Unipol potrebbe condizionare l’avvio del titolo in borsa.

Sempre restando in tema di trimestrali ma lasciando perdere il principale indice azionario della borsa di Milano, oggi è stata giornata di conti anche per Fincantieri. La società ha chiuso il primo trimestre con rivaci pari a 1,31 miliardi di euro, in ribasso del 4,5 per cento rispetto agli 1,37 miliardi messi a segno nei primi tre mesi dello scorso anno. I mancati ricavi sono stati un effetto della riduzione dei giorni di produzione di circa il 20 per cento a causa della completa sospensione delle attività dei cantieri italiani per effetto del lockdown.

Come Unipol, quindi, anche Fincantieri, logicamente per altri versi, è stata costretta a fare i conti con l’emergenza coronavirus. 

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borsa Italiana

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.