Borsa Italiana Oggi 18 febbraio 2022: Ftse Mib chiude a -0,6%, bancari in vetta

Andamento migliore delle attese per la borsa di Milano nell’ultima seduta della settimana ma solo fino al pomeriggio. Facendo meglio di quelle che erano le stime del pre-market, il Ftse Mib ha avviato gli scambi attestandosi sopra 26700 punti per poi scendere in area 26500 punti. In vetta al paniere di riferimento di Piazza Affari ci sono state alcune quotate del settore bancario come Banco BPM e Fineco bank. I segni rossi non sono mancati con Diasorin e Nexi che hanno registrato i ribassi più ampi.

Vediamo un pò di numeri. Alle ore 17,30 il Ftse Mib evidenziava una flessione dello 0,6 per cento a quota 26506 punti. Per seguire l’andamento in tempo reale del paniere di riferimento di Piazza Affari è possibile usare il grafico in basso che riproduce il sottostante Italy40.

L’elenco delle quotate migliori della sessione di oggi ha compreso: 

  • Banco BPM: +1,88 per cento a 3,58 euro
  • FinecoBank: +1,04 per cento a 15,98 euro
  • Eni: +1 per cento a 13,47 euro

Tra le quotate che invece sono alle prese con i ribassi più ampi ci sono: 

  • Diasorin: -2,86 per cento a 117,3 euro
  • Nexi: -1,34 per cento a 12,29 euro
  • STM: -2,25 per cento a 38,24 euro

Per investire sulle quotate che oggi segnano le variazioni di prezzo più consistenti si può operare con il CFD Trading. Scegliendo un broker autorizzato come ad esempio Plus500 (leggi qui la nostra recensione) è possibile avere subito la demo gratuita per imparare a fare pratica senza rischi. 

Plus500 Trading CTA

Borsa Italiana oggi 18 febbraio 2022: pre market

Come sarà l’apertura di contrattazioni nell’ultima di Ottava a Piazza Affari? Ci sarà una prevalenza di segni positivi oppure a dominare il Ftse Mib saranno le vendite? Per rispondere a questa domanda è fondamentale analizzare l’andamento dei futures sul principale indice e le prestazioni messe a segno dai tradizionali mercati di riferimento ossia Tokyo e New York. 

Iniziamo dai futures la cui intonazione appare desicamente cauta anche a causa del clima di forte tensione tra Usa e Russia sulla questione Ucraina. Il ribasso che caratterizza i contratti derivati è il primo segnale sulla possibilità che oggi Piazza Affari possa aprire la sessione con il freno a mano inserito. A supportare questa ipotesi ci sono poi i dati di chiusura della borsa di Tokyo (sessione di oggi) e di quella Usa (seduta di ieri). Nel dettaglio il mercato azionario nipponico ha mandato in archivio la giornata con l’indice Nikkei in ribasso dello 0,41 per cento a 27.122 punti.

Nonostante l’ampiezza del rosso va comunque evidenziato che il ribasso poteva essere anche peggiore considerando il trend intraday. Per quanto riguarda invece la borsa Usa, l’indice Dow Jones ha rimediato un ribasso dell’1,78 per cento a quota 34.312 punti, il paniere S&P 500 ha perso il 2,12 per cento a 4.380 punti e il Nasdaq ha rimediato un crollo del 2,88 per cento scivolando a 13.717 punti.

I forti ribassi messi a segno dalla borsa Usa non devono spingere a stare lontano dai mercati. Ricordiamo, infatti, che, grazie allo short trading, è possibile speculare in borsa anche al ribasso. Fondamentale, per utilizzare questa strategia, è la pratica preliminare con un conto demo. Ad esempio scegliendo un broker come eToro (leggi qui la nostra recensione) è possibile avere subito un account dimostrativo gratuito per imparare ad operare senza rischiare di perdere soldi veri. La demo eToro può essere attivata seguendo il link in basso. 

Scopri qui eToro>>> account gratis e 100.000 euro virtuali per imparare a fare CFD trading

etoro demo gratuito

Borsa Italiana Oggi 18 febbraio 2022: titoli più interessanti 

Come di consueto la seconda parte di questo post è dedicata a quelle quotate che, dal nostro punto di vista, potrebbero mettere a segno variazioni di prezzo anche significative grazie alla presenza di particolari news price sensitive che le riguardano. 

Un titolo certamente da tenere d’occhio oggi è Eni. La quotata del Cane a Sei Zampe ha pubblicato questa mattina i conti relativi all’esercizio 2021 rendendo anche note le sue decisioni in materia di dividendo. Eni ha precisato che saranno possibili adeguamenti dei dati di preconsuntivo alla luce rilevazione del risultato della partecipazione in Saipem per il quarto trimestre e in considerazione dell’adeguamento per la rilevazione del risultato della partecipazione in Vår Energi di quarto trimestre. 

Solitamente la pubblicazione dei conti di bilancio è in grado di condizionare l’andamento di in borsa di un titolo. A tal proposito ricordiamo che oggi è possibile fare trading online sulle azioni senza pagare commissioni. Tutto ciò è possibile grazie al broker eToro che consente anche di iniziare ad investire a partire da un deposito minimo iniziale molto basso: appena 50 euro!

Con eToro puoi fare trading online sulle azioni senza commissioni>>>clicca qui per prendere gratis la demo

Oltre al Cane a Sei Zampe, consigliamo di tenere d’occhio anche le banche. La presenza di molti dossier aperti nell’ambito del cosiddetto risiko del settore bancario potrebbe offrire molti spunti interessanti ai trader. 

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borsa Italiana

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.