Borsa Italiana Oggi 3 novembre 2022: fioccano i rossi dopo la FED, crollano le Stellantis

apertura borsa milano

Tutto come da previsioni a Wall Street. Avvio in ribasso doveva essere e apertura fortemente negativa è effettivamente stata. Fin dal primo minuto di scambi il paniere di riferimento di Piazza Affari è scivolato sotto i 22800 punti arrivando in area 22500/22600 nel giro di pochissimo tempo. La netta impostazione ribassista è scaturita dalla performance molto negativa evidenziata nella seduta di ieri della borsa Usa che, a sua volta, è stata ispirata dalla decisione della FED di alzare i tassi di 75 punti base e di confermare l’atteggiamento aggressivo anche nei board a venire.

In questo contesto a Piazza Affari le vendite si sono abbattute su tutti i settori. Dopo metà seduta, sul fondo del paniere di riferimento troviamo Stellantis, Pirelli e Iveco ossia tre quotate che tra di loro non centrano nulla.

I verdi sono pochi e la loro intensità è molto blanda. Il solo titolo realmente in evidenza è Telecom Italia che sembra proseguire il trend al rialzo degli ultimi tempi.

Borsa Italiana Oggi 3 novembre 2022: premarket

La decisione della FED di alzare i tassi di riferimento di 75 punti base e di confermare l’intenzione di procedere con altri aumenti del costo del denaro nei prossimi board del Fomc sarà il grande catalizzatore della seduta di oggi di Borsa Italiana. Purtroppo l’impatto delle mosse della FED, per quando scontato, dovrebbe essere negativo. Questa è l’indicazione che traspare dall’andamento dei futures sul Ftse Mib. I contratti derivati sul paniere di riferimento di Piazza Affari, infatti, sono tutti orientati al ribasso. L’ipotesi di un avvio di scambi condizionata dalle vendite è supportata dalla performance dei mercati di riferimento.

La borsa di Wall Street, proprio a seguito delle decisioni di politica monetaria della Federal Reserve, ha chiuso le contrattazioni di ieri con una secca serie di segni rossi. Nel dettaglio il Dow Jones ha rimediato un ribasso dell’1,55 per cento a quota 32.148 punti, il paniere S&P 500 ha lasciato sul parterre il 2,5 per cento scendendo a quota 3.760 punti e il Nasdaq, facendo peggio di tutti, ha perso il 3,36 per cento crollando a quota 10.525 punti. Praticamente anche in occasione delle decisioni di politica monetaria di novembre si è vissuto sempre il solito copione: indici in rialzo nelle sedute precedenti al summit e poi prese di profitto al termine del Fomc. L’impressione è che i mercati lancino un segnale alla FED che poi viene puntualmente disatteso dai banchieri centrali.

Tornando al tema del post, oggi sarà solo la borsa di Wall Street a condizionare l’apertura del Ftse Mib e, più in generale, di tutte le altre borse euro. La piazza di Tokyo, infatti, è rimasta chiusa per festività.

Come sempre, prime di procedere con la ricerca delle quotate che oggi potrebbero registrare le variazioni di prezzo più interessanti fin dall’apertura degli scambi, ricordiamo che uno dei modi più alla portata di tutti per investire in borsa è attraverso i CFD. Scegliendo il broker eToro si può avere subito la demo gratuita da 100 mila euro virtuali per imparare a fare trading con i CFD sugli indici senza correre il rischio di perdere soldi veri.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro>>>subito 100 mila euro virtuali per la tua pratica, è gratis

demo etoro

Borsa Italiana Oggi 3 novembre 2022: titoli più interessanti

Quali sono le quotate che oggi si potrebbero mettere in evidenza sul Ftse Mib? Un titolo certamente da tenere d’occhio è Ferrari. La Rossa di Maranello ieri pomeriggio ha pubblicato i conti del terzo trimestre 2022. La reazione del mercato non è stata delle migliori e infatti il titolo Ferrari ha chiuso in rosso. Adesso si tratta di capire se oggi possa esserci un rimbalzo oppure se i prezzi della Rossa siano destinati a scendere ancora.

E a proposito di trimestrali, questa mattina sono stati pubblicate alcune indicazioni sul terzo trimestre 2022 di Stellantis. La casa automobilistica ha mandato in archivio il periodo compreso tra luglio e settembre con ricavi netti pari a 42,1 miliardi di euro, in aumento del 29 per cento rispetto ai 32,55 miliardi di euro messi a segno nello stesso periodo di un anno fa. Il management di Stellantis ha puntualizzato che l’aumento del fatturato è stato registrato grazie soprattutto all’incremento dei volumi e ai prezzi netti favorevoli e alle conseguenze positive del tasso di cambio.

Lasciando il Ftse Mib e spostandoci sul Mid Cap, un titolo che anche oggi potrebbe offrire spunti rilevanti è Monte dei Paschi. La quotata senese ha reso noto che sono stati venduti 449.097 diritti inoptati che consentono la sottoscrizione di complessive 55.987.426 azioni ordinarie di nuova emissione, per un ammontare di 111,97 milioni di euro.

Vuoi acquistare azioni senza commissioni? Scegliendo il broker eToro puoi sfruttare questa possibilità (qui il sito ufficiale) e in più con questo fornitore il deposito minimo per iniziare ad operare è pari a soli 50 dollari.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Le ultime news su Borsa Americana

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.